Un connubio ideale per affrontare in un solo passaggio la preparazione del terreno e la semina con la seminatrice Accord DF 1 e l’erpice portato Qualidisc 4000.

La seminatrice pneumatica universale DF1

Quelli legati alla seminatrice Kverneland DF 1 sono concetti di seminatrici più flessibili delle convenzionali, in quanto possono essere utilizzati sia per la semina di precisione che per le operazioni di semina a spaglio.

Per effettuare una semina di precisione la tramoggia frontale è provvista di un sistema di dosaggio elettrico e di uno speciale fungo distributore per un appropriato spandimento del concime e del seme su ogni fila.

La larghezza di lavoro varia da 3 a 4,5 metri con una tramoggia di capacità da 1150 a 1700 litri.

Sistema di dosaggio

Ecco i punti forti della macchina:

  • Il dosatore elettrico centrale distribuisce in modo preciso da 2 a 380 kg per ettaro.
  • Per la semina dei semi più fini, per esempio loietto e cover crops, la regolazione della quantità avviene tramite monitor ISO direttamente dalla cabina.
  • Trasmissione elettrica della velocità tramite radar o GPS.

Sistema pneumatico esclusivo

La ruota alveolata centrale completamente incapsulata dosa con precisione il volume necessario e lo trasporta verso il cono venturi. Qui il volume presente in tramoggia viene miscelato con la corrente d’aria e attraverso il tubo diffusore e i tubi di semina viene convogliato verso i falcioni.

La testata di distribuzione è montata in posizione protetta all’interno della tramoggia di semina.

Falcione di semina CX II: grande precisione anche sui residui

Il nuovo falcione a dischi CX-II garantisce ottime capacità di avanzamento e la massima precisione nel posizionamento del seme. L’angolo di taglio di soli 5,4° dei dischi in acciaio riduce la pressione per raggiungere una profondità di semina costante fino a 6 cm.

Grazie alla combinazione del disco in acciaio dal diametro di 325 mm e di un disco flessibile in plastica,  non c’è la necessità di raschiatori indipendenti, risparmiando sul costo dei pezzi di ricambio. Inoltre, il falcione è completamente esente da manutenzione!

La molla pre-tensionata disposta sul braccio del falcione garantisce una pressione continua e una penetrazione ottimale del solco, con una pressione fino a 50 kg. È disponibile come optional anche un kit di regolazione della pressione idraulica.

La massima sicurezza viene sempre garantita anche a velocità più elevate e con grandi quantità di residui sulla superficie del terreno. Le ruote pressatrici standard assicurano che venga mantenuto un ottimo contatto fra seme e terreno, in qualsiasi condizione.

Erpice a dischi Qualidisc 4000 FOLD

Ha una larghezza di lavoro di 4, 5 e 6 metri e richiede potenze da 150 a 350 cavalli.

Un telaio compatto e una testata d’attacco rinforzata

Curato in ogni dettaglio, l’erpice Qualidisc Profi è stato studiato per gravare il meno possibile sul sollevatore del trattore. Il telaio segue il concetto dei coltivatori pieghevoli, ossia consiste in un telaio robusto monotrave supportato da tubolari trattati termicamente da 100x100x8 in grado di sostenere qualsiasi rullo o applicazione posteriore.

I particolari supporti centrali dei rulli consentono in fase di trasporto di eliminare il beccheggio dovuto al peso, garantendo così all’operatore di diminuire i tempi di trasferimento, aumentando la velocità su strada.

La particolare concezione del telaio e la distanza delle file dei dischi di 900 mm diminuisce sensibilmente la richiesta di sollevamento e lo pone come leader assoluto in questo segmento di mercato. 

Cuscinetti esenti da manutenzione

Ogni disco è fissato al supporto tramite un particolare cuscinetto a doppia fila di sfere. L’albero maggiorato è da 35 mm: questo consente al disco di sopportare sia i carichi assiali che radiali.

Speciali protezioni ai lati del cuscinetto, dotate di 5 micro alette, impediscono a polvere e acqua di danneggiare le sedi del cuscinetto. Per aumentare ulteriormente l’ermeticità del supporto, vengono montati ai lati due O-Ring in gomma.

Una qualità di taglio ineguagliabile

Per ottenere una qualità di taglio eccelsa nonché un effetto “mixing” ottimale, il Qualidisc è dotato di dischi dall’ampio diametro di 570 mm. Questo diametro maggiorato consente di lavorare in terreni con molti residui, o nei quali si devono eliminare completamente le infestanti.

Il supporto del disco, brevettato con pinzature stampate, impedisce allo stesso di ruotare sul telaio anche su terreni sassosi o molto irregolari, mantenendo pertanto il corretto angolo di taglio.
La fila posteriore dei dischi lavora sul terreno non mosso dalla prima, aumentando così l’effetto incorporante dei residui.

In base alle peculiarità del terreno, il consolidamento richiesto, la superficie e la miscelazione tra terreno e residui, Kverneland offre diversi tipi di rulli posteriori, dal famoso Actipack, all’Actiring sino ai tradizionali Flex-Line o a Gabbia.